Gole di Taghia, nuova via d’arrampicata in Marocco dei fratelli Pou

I fratelli baschi Iker e Eneko Pou hanno aperto Agur, una nuova via di più tiri a Taghia (Alto Atlante) in Marocco dedicata a Borja Ayed.

Nonostante il brutto tempo a Taghia in Marocco ad aprile, i fratelli Eneko e Iker Pou sono riusciti ad aprire una nuova via sul lato destro della enorme parete di Jebel Tadrarate. Aperta dal basso e protetta con un misto di nuts, friends e, dove assolutamente necessario, spit, i dieci tiri offrono una bellissima arrampicata ma, avverto i fratelli baschi, con “potenziali cadute che possono essere molto lunghe e persino pericolose.”

La nuova via attacca a quota 2400 metri e corre vicino a Sul filo della notte, la bellissima via aperta nel 2003 da Rolando Larcher, Maurizio Oviglia e Michele Paissan. Alta circa 400 metri, la linea si chiama Agurin memoria dell’amico Borja Ayed scomparso l’inverno scorso nei Pirenei e non è ancora stata libertà del tutto. Le difficoltà sono stimate sopra l’ottavo grado e i Pou hanno già progettato il ritorno ad ottobre per effettuare la prima libera in giornata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *