Ice climbing oltre Cogne

La Valse à Trois Manches, Alla Ricerca del Nador, Missione Compiuta e En Attendant Marlier. Enrico Bonino presenta 4 cascate “effimere” che in quest’inverno d’eccezione hanno fatto la loro ri-comparsa tra la Valsavarenche e la Valtournenche spostando il baricendro dell’ice climbing “oltre Cogne”.

Quest’anno i miti Greci Febo e Chione (dei del Sole e della Neve) hanno decisamente prestato attenzione alle tante lettere dei ghiacciatori scatenati desiderosi di nuove emozioni. La stagione del cascatismo è cominciata presto, già a dicembre numerose colate erano salibili; ma con l’alternarsi della neve al Sole, sono lentamente uscite dal letargo colate più o meno effimere ormai quasi dimenticate.

La Valsavarenche e la bassa Valtournenche sono sicuramente alcune delle protagoniste di questa stagione dando una valida alternativa alla “solita” Cogne. Le valli più frequentate in estate diventano un luogo estremamente selvaggio e, ameno per questa volta, ricoperte di neve (che quest’anno di sicuro non manca!). Gli animali scendono di quota alla ricerca del cibo e non è un caso trovarsi a dover dare la precedenza ad uno stambecco che attraversa la strada.

Questo è l’ambiente che circonda colate come La Valse à Trois Manches, Alla Ricerca del Nador, Missione Compiuta e En Attendant Marlier.

La Valse à Trois Manches Alla Ricerca del Nador Missione Compiuta En Attendant Marlier

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *