#Norwegianstyle, nuova via d’arrampicata trad a Preikestolen in Norvegia

Il 13/06/2016 Jon Egil Auestad e Øyvind Salvesen hanno aperto #Norwegianstyle, una nuova via d’arrampicata trad a Preikestolen (il Pulpito di Roccia) in Norvegia.

Il famoso Preikestolen – il Pulpito di Roccia – situato a Rogaland in Norvegia ha visto la sua prima via aperta in stile trad lunedì 13 giugno 2016 da parte di due climbers locali, Jon Egil Auestad e Øyvind Salvesen. I due si sono calati per circa 200 metri dalla cima fino alla base della pilastro e, seguendo una serie di fessure e piazzando soltanto nuts e friends, sono saliti in libera fino in vetta. La nuova via si chiama #Norwegianstyle ed offre cinque tiri gradati rispettivamente 6a, 6b+, 6b, 6b+ e 7a+.

Questa salita coincide con un momento di polemica a causa della recente spittatura della via Thor, effettuato dall’alpinista polacco Marcin Tomaszewski. Pur essendo un grande specialista di arrampicata big wall, che gli alpinisti norvegesi rispettano profondamente grazie anche per le sue nuove vie sulla Troll Wall e Kjerag, le sue azioni hanno sconvolto la comunità di arrampicata norvegese quando ha piantato degli spit su Preikestolen per salire gli ultimi 20 metri.

Il club di arrampicata BRV – Bratte Rogalands Venner ha pubblicato una dichiarazione ufficiale in merito alla questione che, pur ammettendo che in passato gli spit sono stati piantati in cima da troupe cinematografiche commerciali, afferma chiaramente che gli spit non devono essere messi su vie che possono essere protette con mezzi tradizionali, e che in ogni caso serve sempre l’autorizzazione dal proprietario del terreno. Lavorando a stretto contatto con la comunità locale dei climbers, Tomaszewski ha deciso di rimuovere gli spit entro breve e cercherà, se possibile, di salire la via in stile trad.

Commentando dopo la salita del #Norwegianstyle, Salvesen ha spiegato: “Anche se il nostro progetto è stato concepito prima che Marcin mettesse gli spit su Pulpit Rock, le sue azioni ci hanno dato una motivazione in più per finirla. Vorremmo inviare un messaggio chiaro ai climbers in visita in Norvegia nel futuro: siete pregati di lasciare il trapano a casa e, se avete dubbi, contattate le associazioni del posto che saranno liete di aiutarvi.”

Per leggere la dichiarazione ufficiale cliccate qui: brv.no

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *